Badanti ad agosto: cercasi sostitute o alternative familiari

Badanti ad agosto: cercasi sostitute o alternative familiari

Il boom di badanti è del +42% (fonte Il Messaggero), un settore che include 886.125 lavoratori domestici, soprattutto donne, una cifra destinata nei prossimi 15 anni ad aumentare.

Ad agosto, però, emerge l’esigenza di sostituire le badanti, che giustamente chiedono le tanto meritate ferie; se poi sono straniere, il periodi di sosta può superare le 3 settimane.

Ma cosa succede quando le badanti in regola ad agosto vanno in ferie?

Alcune famiglie, che economicamente non se la passano proprio bene, si improvvisano badanti, rinunciando alla tanto agognata partenza, e chi invece cerca una badante sostituta per l’estate.

La spesa, ovviamente, si fa sentire:

Giuseppe Di Vita, presidente della cooperativa Toscana Care, spiega:

Una sostituzione di un mese può arrivare a costare fino a 2 mila euro se il servizio richiesto deve coprire un’assistenza di 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per un mese intero.

Si può scendere di qualche centinaio di euro se si copre personalmente o tramite persone di fiducia il giorno e mezzo di riposo a settimana che da contratto standard delle badanti spetta a queste ultime.

Non dimentichiamo poi le difficoltà nel reperire una persona affidabile e competente anche solo per un solo mese di lavoro. Molti si rivolgono ad agenzie che forniscono personale per assistenza: le più richieste sono le figure femminili di età compresa tra i 40 e i 55 anni. La selezione diventa più difficile se a necessitare assistenza sono anziani non autosufficienti.

Crea una nuova lista preferiti