Come controllare la macchina prima di un viaggio

Familydea Blog

 

Giornate di esodo e grandi partenze! Nel momento di salire in auto, però, ti assale un enorme dubbio: sarà tutto a norma e perfettamente funzionante o rischio di fermarmi a metà strada, per qualche problema amministrativo o tecnico? Ecco, allora, alcune indicazioni su come controllare la macchina e viaggiare sereno.

 

Raccomandazioni per la sicurezza

Molto interessanti sono gli accorgimenti per la tua sicurezza pubblicati da AltroConsumo, che raccomanda:

  Assicurarsi che la revisione dell’auto sia in regola o rivolgersi a un’officina per effettuare tutte le verifiche necessarie

  Rabboccare il liquido lavavetri e controllare le spazzole tergicristallo

  Verificare il funzionamento di tutte le lampadine e controllare l’altezza dei fari

  Controllare il corretto funzionamento dell’aria condizionata: quando un abitacolo raggiunge una temperatura elevata può avere effetti deleteri sull’attenzione del guidatore

  Verificare la pressione dei pneumatici e lo spessore del battistrada: la profondità del battistrada deve essere di almeno 3 mm

  Controllare il livello dell’olio motore: è importante tenere sempre una confezione di olio di scorta nel bagagliaio

  Verificare le condizioni della ruota di scorta: avere in macchina la ruota di scorta non è sufficiente se gli strumenti necessari per un eventuale cambio non sono in buone condizioni

  Assicurarsi di avere il seggiolino omologato e idoneo all’età

Assicurazione

Fondamentale è il controllo della regolarità dell’assicurazione e la sua copertura. Una buona Polizza dovrebbe risarcire:

 Massimale di copertura adeguato

 Infortuni subiti dal conducente durante la guida.

 Le spese sostenute per:

Riparazioni, traino, recupero, demolizione del veicolo in seguito a guasto, furto o incidente. Comprende anche il veicolo sostitutivo, le spese per albergo, accompagnamento minori, rientro sanitario

– Duplicazione dei documenti, ripristino airbag, perdita chiavi

 I danni materiali causati all’auto da:

– Collisione con veicoli non assicurati

– Tentativi di furto o rapina del veicolo e del suo contenuto o che potrebbero causare i ladri guidando l’auto

– Vento forte, trombe d’aria, grandine

 Le spese sostenute per frequentare un corso valido per recuperare i punti perduti della patente

Deve, inoltre, garantire la difesa degli interessi del socio assicurato in sede giudiziale ed extragiudiziale per controversie legate alla circolazione del mezzo. Comprende le spese processuali e di giustizia, le spese per l’intervento dei legali, dei consulenti tecnici, dei periti.

Con le Polizze multirischio ITAS puoi assicurare tutti i tuoi veicoli. 

Il tagliando RCA

Non disperare se non trovi il vecchio “tagliando” assicurativo RCA perché al momento del rinnovo della polizza RCA occorre unicamente conservare il certificato di assicurazione, da mostrare alle forze dell’ordine in caso di necessità.

Il tagliando non serve più perché le informazioni di tutti i mezzi di trasporto sono ora in una banca dati, a disposizione delle autorità, un modo efficace per individuare e smascherare tentativi di frodi e truffe.

Se vuoi sapere se la tua assicurazione è in regola, inserisci la targa e digita un codice di sicurezza  sul sito www.ilportaledellautomobilista.it.

Buone vacanze!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento