Articoli

Guida per una casa a prova di bimbi, e per una Polizza vita che li protegga. Sempre

Familydea Blog

Una Guida Pratica per proteggere i bimbi dai pericoli in ogni fase della vita, una Polizza Vita per essere sicuri che qualsiasi cosa accada, saranno al sicuro.

Negli ultimi anni si è verificato un aumento degli infortuni domestici dovuto, spesso, ai nuovi stili e ritmi di vita stressanti che inducono a comportamenti a rischio per la fretta, la distrazione o il cattivo utilizzo degli oggetti d’uso comune. Durante la Prima infanzia, il bambino deve essere controllato a vista e vivere in un ambiente sicuro, lontano da pericoli e sviste di qualsiasi genere.

Vi riportiamo una serie di accorgimenti da considerare per ogni fascia d’età del bambino.

Fonte: Opuscolo del Ministero della Salute – Bambini sicuri in casa

  • Da 1 a 3 mesi di vita

    In questa fase di vita, il bimbo non va mai lasciato solo sul fasciatoio o su piani elevati da terra. Le sbarre del lettino non devono avere una distanza superiore ai 6 cm (per evitare che il bimbo ci possa infilare la testa) ed un’altezza inferiore ai 75 cm, mentre, il materassino deve essere incastrato sul fondo e, ovviamente, anche se c’è solo qualche cm di acqua non lasciate MAI solo un bimbo nel bagno, può scivolare rischiando di soffocare.

  • Dai 6 ed i 9 mesi

    Il bimbo va sempre controllato, il bagnetto, il fasciatoio, la bilancia e il lettino devono disporre di bordi alti: in particolare, nel fasciatoio il piccolo deve essere bloccato con appositi sistemi di ritenuta. Non appena inizia a gattonare installate idonee barriere non scavalcabili e provviste di chiusure di sicurezza; montate reti adeguate a protezione di balconi, terrazzi e giardini. Controllate che le ringhiere siano sufficientemente alte e strette.

  • Dai 12 ai 18 mesi

    Questo è il momento di riordinare i cavi volanti del computer, le prese elettriche penzoloni. Evitate di regalare macchinine, bamboline, perline: probabilmente sono molto buone, considerato che facilmente i pezzi (bottoni, piccole parti in plastica e stoffa) finiscono in trachea.

    Utilizzate bloccaporte o serrature per pensili bassi e sottolavelli, e dopo l’uso, non lasciate pentole sul piano cottura e attenzioni alle sostanza pericolose che girano per casa (detersivi, insetticidi, farmaci, alcolici) e alle piante velenose che spesso si nascondono dietro un’apparente innocenza (stella di Natale, belladonna, napello, rododendro, oleandro)

  • A 2 anni

    Ora siamo di fronte a dei piccoli esploratori: montate i cancelletti per le scale, usate i paraspigoli, fissate le librerie al muro, chiudete a chiave i cassetti. Riponete la chincaglieria ornamentale e i soprammobili fuori dalla portata del bambino Vicino a finestre, balconi e terrazze non lasciate sedie, vasi, giocattoli o qualsiasi attrezzo che possa essere utilizzato per fare l’arrampicata e il susseguente tentativo di planata.

  • Tra i 2-3 anni

    L’istinto alla scalata aumenta, quindi, (oltre a pensare ai paraspigoli e cancelletti per le scale), fissate bene ai muri le librerie, chiudete i cassetti a chiave o applicate appositi fermi di sicurezza sulle ante di mobili.

    Utilizzate tappeti antiscivolo sui pavimenti e tappetini anti sdrucciolo nella vasca. Rivestite i vetri di porte e finestre con una pellicola adesiva in modo tale da impedire di frantumarsi in caso di urti.

    Tenete fuori dalla portata del bambino sacchetti di plastica, palloncini in lattice, corde, oggetti piccoli, appuntiti, taglienti come pure prodotti chimici, alcolici, accendini, fiammiferi. Per sicurezza, installate un rilevatore di fumo in casa.

  • Da 4 a 6 anni

    Per questa fase dell’età, valgono tutti i consigli descritti in precedenza, in aggiunta, fate attenzione ai letti a castello, mobili, finestre (da cui il bimbo potrebbe lanciarsi) e riponete subito dopo l’uso tutti gli apparecchi elettrici (trapani, asciugacapelli, ecc.).

    A quest’età i bambini non valutano a velocità delle macchine. Il giardino, il garage, la strada o la piscina sono altrettanti parchi giochi, la bicicletta va benissimo, se usata in giardino o in un parco chiuso ma sempre con il casco!

Sicurezza dei bambini: un consiglio che vale sempre

Ogni adulto ha la responsabilità del benessere dei propri figli, è fondamentale avere tra le proprie risorse uno strumento che riduca al minimo il rischio di lasciare le persone che più amiamo in difficoltà.

Pensare ad una polizza vita caso morte significa tutelare il partner e i figli da ogni difficoltà economiche nella quale potrebbero ritrovarsi, e grazie alle diverse garanzie proteggerli in caso di decesso, invalidità e infortunio.

Per Loro, è la soluzione che rende la tua Promessa un impegno per dare loro sicurezze, sempre.

Ristrutturare casa e tutelarsi con la giusta assicurazione sulla vita

Familydea Blog

Accendere un mutuo, ristrutturare casa con il Bonus110% significa prendersi un impegno per la coppia, ma è anche l’occasione per pensare insieme a come tutelarsi con un’assicurazione sulla vita

I decreti attuativi del Bonus 110%

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 5 ottobre 2020 i due decreti del Ministero dello sviluppo economico di attuazione del Bonus 110 % indicano le modalità per ottenere sconti in fattura o cessioni del credito per interventi di adeguamenti energetici e spese sui lavori realizzati sulla casa

Nelle misure di agevolazione previste, rientrano anche i costi per i materiali, la progettazione e le spese professionali connesse.

Il bonus ammonta al 110% dei costi sostenuti per i lavori di ristrutturazione o per quelli che rientrano fra i cosiddetti Ecobonus

Chi può accedere alle detrazioni fiscali del bonus

Coppie sposate o conviventi che dimostrino le spese sostenute per i lavori, possono usufruire degli incentivi. Questa possibilità è prevista anche per interventi su immobili diversi dalla prima casa, quindi su case oggetto di investimenti o seconde case

Hanno diritto al bonus ristrutturazioni anche coppie e titolari di immobili che ancora non hanno acquistato formalmente ma hanno già stipulato il contratto preliminare di vendita dell’immobile regolarmente registrato.

Quali le spese detraibili? 

Ci sono gli infissi, le caldaie, le colonnine di ricarica per auto elettriche o gli interventi di riqualificazione energetica e, le spese per effettuare perizie e sopralluoghi, preliminari di progettazione, ispezione e prospezione.

Per riceverlo bisogna conservare tutte le attestazioni relative ai lavori realizzati e tutte le prove dei pagamenti sostenuti.

Gli altri bonus previsti per le Giovani Coppie 

Tanti gli incentivi fiscali per sostenere le spese delle giovani coppie alle prese con rate del mutuo e lavori. Una carrellata dei bonus previsti:

  • Acquisto prima casa prevede l’eliminazione dell’imposta di bollo, dei tributi speciali catastali, delle tasse ipotecarie e dei tributi per il catasto, nonché, la registrazione immobiliare. L’imposta di registro è ridotta al 2% con un’aliquota Iva agevolata.
  • IVA Agevolata ristrutturazioni l’aliquota al 22% passa al 10% e quella al 10% si riduce al 4% per lavori di ristrutturazione, le consulenze professionali, l’acquisto di beni e servizi:
  • Mutuo e interessi passivi sconto fiscale per accendere un mutuo e acquistare, costruire o ristrutturare casa
    Per la prima casa è prevista una detrazione del 19% sugli interessi passivi del mutuo

Ridurre parte dei costi su investimenti così importanti come l’acquisto di una casa e una ristrutturazione è sicuramente un’opportunità per le giovani coppie per realizzare i propri obiettivi.
Ma a questo punto, diventa necessario proteggersi ancora di più! Di fronte la promessa e l’impegno preso insieme è importante pensare ad uno strumento che riduca al minimo il rischio di lasciare l’altro di fronte a rischi e difficoltà economiche

Pensare ad un’assicurazione sulla vita significa tutelare il partner dalle difficoltà economiche, dall’impossibilità del pagamento delle rate e degli oneri connessi. Per Loro, la promessa è la soluzione. La formula prevede di integrare diverse garanzie complementari come ad esempio ulteriori coperture in caso di invalidità o di decesso da infortunio

Calcola velocemente la rata della tua Assicurazione sulla vita

Un tetto per due, felicità e tutele con una polizza vita

Familydea Blog
un tetto per due

un tetto per due

Paolo e Marta ce l’hanno fatta e si sono fatti una promessa!

Hanno comprato casa in coppia, dopo 2 anni di convivenza e di affitto: una decisione importante, un atto di coraggio che, in questi tempi così incerti, va davvero apprezzato.

Invece di sposarsi prima, la coppia ha preferito dare solidità al loro progetto con l’acquisto congiunto di una casa.
Così, dopo i momenti belli a cercare insieme la dimora dei sogni, e quelli della realtà a valutare le risorse comuni, dopo aver condiviso l’attesa per la concessione del mutuo e l’emozione alla firma dell’atto finale, oggi, la loro vita di coppia è esattamente quella di prima, ma con una dimensione nuova: quella di aver preso un impegno insieme e sentirsi tutelati perché, insieme hanno deciso di stipulare una polizza vita.

Paolo e Marta, infatti, sono una coppia di fatto e hanno sentito il bisogno di maggiori garanzie per la loro coppia.

Tutele e condizioni delle Coppie non sposate 

La legge 76/2013 conosciuta come Legge Cirinnà ha normato per la prima volta le  le unioni civili tra persone dello stesso sesso, ma è anche l’impianto normativo dedicato alle coppie di fatto e conviventi. Il fondamento della norma riconosce a due persone, che hanno una relazione sentimentale, uno status di obblighi, diritti e tutele a partire dalla condizione in cui “sia evidenziata una convivenza (..) fondata su legami affettivi di coppia” (citando la legge)

 

CALCOLA VELOCEMENTE LA TUA POLIZZA VITA, 30 SECONDI e SCOPRI LA TUA RATA

 

Caratteristiche e diritti delle Coppie di fatto

A differenza della “coppia convivente non formalizzata, dell’unione civile tra persone dello stesso sesso, o dal matrimonio che hanno un trattamento normativo differente, la coppia di fatto (definita more uxorio) viene sancita con un atto dichiarato presso l’anagrafe del comune di residenza.
Da questa comunicazione si può ottenere il certificato di stato di famiglia e ne discendono molteplici diritti:

  • la possibilità di visita, assistenza, accesso alle informazioni del partner in caso di malattia o ricovero;
  • la possibilità di designare l’altro come legittimo rappresentante con poteri pieni in caso di malattia o morte;
  • il diritto del convivente superstite di continuare ad abitare nella casa per un periodo non superiore a 5 anni
  • nominare il convivente come tutore, curatore o amministratore di sostegno, qualora il partner venga dichiarato interdetto, inabilitato o beneficiario dell’amministrazione di sostegno;
  • la possibilità di visitare il partner in carcere;
  • il diritto del convivente –in caso di cessazione della convivenza di fatto – di ricevere gli alimenti, se si trova in stato di bisogno e non sia in grado di provvedere al proprio mantenimento.

Tutto questo è un grande passo in avanti nella tutela delle coppie di fatto, anche se, restano dei vuoti di tutele e protezione dei singoli per quanto concerne i rapporti ereditari e la pensione di reversibilità in caso di morte del partner.

C’è un modo per far sentire ancora più protetto e tutelato il proprio compagno/a?

Con l’acquisto di casa, tutelare il rischio della sfortunata condizione in cui la morte di uno dei titolari del mutuo lasci l’altro in difficoltà economiche o nella difficoltà o del pagamento delle rate del mutuo, è alla base delle condizioni per cui è stato pensato Per Loro la polizza vita caso morte

 La Polizza temporanea caso morte Per Loro rappresenta la copertura economica fondamentale per chi resta, per mantenere una promessa e mettere al sicuro i progetti di vita fatti insieme.

CALCOLA VELOCEMENTE LA TUA POLIZZA VITA, 30 SECONDI E SCOPRI LA TUA RATA